Si può scoprire di più su una persona in un’ora di gioco che in un anno di conversazione.

Platone

“Che cos’è la Gamificazione?”
Questa è la prima domanda, è quella fondamentale.
L’Architetto della Mente ricontrolla i suoi appunti nascosti da qualche parte nel suo Palazzo della Memoria.
La Gamificazione è l’uso dei principi dei giochi e dei videogiochi nelle attività umane”.
Questa è la frase con cui tutti conoscono questa strategia per il marketing e per la formazione, ma non è solo questo.
È qualcosa di più.
“Ehy, ci siamo, stiamo per andare online”.
La voce di Rumi, il suo assistente, arriva dall’altra stanza.
Ci siamo.
La M.A.D. Gazette finalmente andrà online.

Una foto di una schacchiera

Iscriviti alla M.A.D. Gazette!

La Newsletter settimanale sulla Gamificazione!
Ogni settimana riceverai le ultime news dalla Città dell’Architetto della Mente e tanti coaching tips con cui migliorare la tua vita ed il tuo lavoro!

Iscriviti!

CHE COS’È LA GAMIFICAZIONE?

La frenesia di un nuovo inizio.
Quando ti sei preparato per mesi, per anni, e all’improvviso il momento è arrivato.
E allora inizi a pensare a tutto quello che forse hai dimenticato, a quello che forse non hai realizzato come volevi.
Pensi a quello che succederà.
“Chissà se succederà tutto quello che ho pianificato”.
Conosci questa sensazione, Viaggiatore?
Immagino di sì.
Dopotutto noi esseri umani funzioniamo tutti allo stesso modo.
Ed è per questo che la Gamificazione funziona così bene: perché agisce su quelle motivazioni comuni a tutti gli esseri umani.
Questo è il nodo centrale: la Gamificazione non è solo usare punti e trofei.

La Gamificazione funziona perché agisce su quelle motivazioni comuni a tutti gli esseri umani

Una foto di dadi ed altri giochi di società

Ha a che fare con le nostre leve motivazionali più profonde, radicate nei nostri geni da millenni di ripetizione, dati che hanno raggiunto il loro equilibrio in una perfetta e straordinaria Architettura delle Informazioni installata nel nostro DNA e che influenza ogni cosa ci riguardi: relazioni, performance, lavoro.
Gamificare un’attività significa dunque scoprire la giusta Leva Motivazionale di un utente (il giocatore) e usarla per generare una meccanica, l’Informazione principale che lo farà scattare in modo irresistibile.
“Ne avrò parlato nell’editoriale?” si chiede l’Architetto della Mente, mentre rilegge i suoi appunti mentali.

ARCHITETTURA DELLE INFORMAZIONI

In questo universo ogni cosa è Informazione.
L’Informazione è sempre neutrale.
Prima di agire, parla.
Prima di parlare, pensa.
Prima di pensare, crea.
La Realtà influenza le Informazioni, oppure sono le Informazioni ad influenzare la Realtà?

MECCANICHE: LA STRADA VERSO L’ENDGAME

“Perché facciamo ciò che facciamo?”
È questa la domanda a cui dobbiamo imparare a rispondere.
Ci muoviamo solamente quando siamo animati da una ragione importante: l’Endgame. La fine del gioco. La meta. Il premio. La principessa nel castello di Super Mario.
Ma quante volte capita che la motivazione non basti?
A quanti lunedì abbiamo promesso che saremmo cambiati?
A quanti settembre?
A quanti anni?
Se la motivazione ci fa partire, sono le “meccaniche del gioco” a farci continuare la partita.

Foto di una mano che regge una bussola

Ogni essere umano risponde a meccaniche diverse, da applicare in modo corretto rispetto all’Endgame che vuoi raggiungere, nel caso di una tua sfida personale, o far raggiungere, nel caso tu voglia applicare la gamificazione nel tuo lavoro.
Alcuni esempi di meccaniche che puoi applicare:

  • Competizione
  • Collaborazione
  • Sfide a tempo
  • Battere un record
  • Ottenere tutti i premi
  • Caccia al tesoro

Queste sono alcune meccaniche possibili (tra le tante) per tenere alta la motivazione e la concentrazione su un endgame.
Pensa a quanto sarebbe noioso il gioco di Super Mario se non ci fossero nemici da schiacciare, stelline da raccogliere, burroni da sorvolare, costumi da indossare per acquisire poteri e Boss da sconfiggere.

“Di questo ne ho parlato nell’editoriale, ne ho parlato. Maledetta ansia. Ho parlato delle meccaniche e della necessità di applicare i giusti componenti per costruire un percorso gamificato”.

PENSACI BENE,
RIFLETTI:

  • Qual è una meccanica che riesce a tenerti incollato ad un gioco o un’attività?
  • Come potresti applicarla al tuo caso specifico?

COMPONENTI: GAMIFIED USER EXPERIENCE

Al giorno d’oggi riceviamo stimoli continuamente e la nostra soglia di attenzione è crollata.
Pochi secondi al massimo, poi passiamo ad altro, spesso senza neanche rendercene conto.
Eppure è facile rimanere incollati davanti un videogame o un gioco anche per ore, anche quando vorresti smettere ma continui, “un’ultima partita e smetto”.
Questo accade per via delle meccaniche che vengono attivate, di cui ti ho parlato poco fa, Viaggiatore.
Ma perché queste meccaniche siano attivate occorre usare elementi chiamati “componenti”, che il nostro cervello riconosce in modo automatico e percepisce immediatamente come un gioco.
Alcuni tipi di componenti:

Foto di un podio

POINTS, BADGES, LEADERBOARDS

Spesso riassunti nell’acronimo PBL.
Consiste nell’usare un sistema di punteggi, trofei e classifiche per generare competizione, autoaffermazione, soddisfazione.
È il sistema più veloce ed immediato per Gamificare un Customer Journey, migliorare le performance dei dipendenti o aumentare i lead con facilità.

Foto di una serie di torce che indicano un percorso

HIGHLIGHTS

Mettere in evidenza un punto o un percorso per guidare l’attenzione di un giocatore e le sue azioni. Permette al giocatore di non distrarsi e di avere la sensazione di essere in controllo del gioco.
Ti permettono di costruire Funnel più fluidi ed aiutano le persone a focalizzarsi sul Risultato da raggiungere. 

Foto di una clessidra

COUNTDOWN

Scatena immediatamente un senso di urgenza ed il desiderio di non subire una sconfitta (motivazione diversa dal voler vincere!).
La pressione generata da un conto alla rovescia è pressoché irresistibile per chiunque, per quanto sia importante legare la sfida ad un premio davvero desiderato.

LE STORIE

Una narrazione aumenta immediatamente il coinvolgimento di chi ne venga catturato. Le storie sono in grado di bypassare le resistenze della parte cosciente dell’ascoltatore, trasportando Informazioni e poggiandole all’interno della sua mente.
Una buona storia genera desiderio di sapere come andrà a finire, rispecchiamento, motivazione, focus sul risultato.

Ci sono così tanti componenti che è possibile applicare in un percorso gamificato, per costruire una User Experience coinvolgente ed irresistibile.

Tuttavia non basta mettere dei punti a caso o un trofeo da raggiungere per costruire un percorso gamificato che funzioni davvero.

“Com’è che ho scritto nell’editoriale?”

La fine è nel principio.
Se sai generare la giusta motivazione all’interno di una persona, seguirà qualunque strada indicherai.
Ma è quel primo step che è importante.
Un viaggio di mille miglia inizia dal primo passo.
Ed il primo passo di un essere umano è sempre all’interno del suo cuore

Qualunque cosa tu faccia, Viaggiatore, non dimenticare mai di agire attraverso la giusta leva motivazionale.

PENSACI BENE, RIFLETTI:

Se tu volessi aumentare le interazioni di un utente sul tuo sito, oppure migliorare le tue performance durante un workout o una sfida, quali tra quei 4 componenti potresti usare?

CORE DRIVE: DAL CUORE AL TRAGUARDO

Foto di una piuma che indica una direzione

Nel suo splendido “Actionable Gamification” Yukai Chou, uno dei massimi esperti mondiali sulla Gamificazione (che definisce “Human Driven Motivation”, in integrazione con la più usata “Data Driven Motivation”) elenca 8 motivazioni in grado di far agire un essere umano e fargli dare il massimo.
Si tratta di:

  1. Epic Meaning and Calling
  2. Development and Accomplishment
  3. Empowerment of Creativity and
  4. Feedback
  5. Ownership and Possession
  6. Social Influence and Relatedness
  7. Scarcity and Impatience
  8. Unpredictability and Curiosity
  9. Loss and Avoidance

I Core Drive possono ed anzi vanno applicati in modo equilibrato, in modo strategico.
Ognuno di noi può sentire il richiamo dell’avventura (epic meaning), o reagire ad un classico “posti limitati”.
Ma se il tuo pubblico non è in target, non reagirà alle tue offerte.
E se il premio non è allettante un tuo coachee o un tuo studente non si sentirà motivato ad accettare una sfida che lancerai.
È ciò che hanno scoperto i tester del mio “Diario di Viaggio”, il tool che usa la Gamificazione per aiutarti a diventare coach di te stesso.
Conoscere la tua leva motivazionale, Viaggiatore, ti aiuterà a costruire decisioni più consapevoli.
Ti aiuterà anche a sviluppare migliori relazioni con chi ti circonda, che siano amici o clienti a cui vendere un servizio.

IN QUALI CASI PUOI USARE LA GAMIFICAZIONE?

MARKETING E GAMIFICAZIONE

Puoi gamificare l’intera esperienza d’uso dei prospect, attraverso le 4 fasi del Player’s Journey. Esistono tecniche e componenti per generare lead con la gamificazione, segmentare un audience e profilare prospect, gestire il nurturing e molto altro. Ne ho parlato con la bravissima Francesca Antonetti e ne è uscita fuori un’intervista che ti consiglio di leggere.

APPRENDIMENTO E GAMIFICAZIONE

La gamificazione ti aiuta a sviluppare una relazione migliore con i tuoi allievi o coachee, aiutandoli ad ottenere risultati in modo più veloce.
Dalla gestione di una classe alla produzione di test e compiti, dalla valorizzazione del singolo allievo all’ottimizzazione della Dad, la gamificazione può offrire molto ad insegnanti e formatori.

 

DISCIPLINA E GAMIFICAZIONE

Se hai problemi a rispettare le regole o a mantenere costante la motivazione puoi imparare ad applicare in modo autonomo le meccaniche ed i componenti descritti in questo articolo per raggiungere più in fretta i tuoi risultati.
Se sei un professionista della formazione e della crescita personale, un nutrizionista, un personal trainer o uno psicologo puoi usare la Gamificazione per ottenere risultati eccezionali in termini di motivazione e costanza.

 

RICEVI LA M.A.D. GAZETTE!

“Ok, ci siamo. È online. Ormai non si torna indietro”.
L’Architetto della Mente si lascia andare nel suo divano, nella stanza del Filo Rosso all’interno del suo Palazzo della Memoria.
M.A.D. Gazette è la sua Newsletter dedicata alla Gamificazione e all’Architettura delle Informazioni per la Crescita Personale e lo sviluppo della Disciplina per i Freelance.
Questo mondo è diventato così strano, in fondo, che forse l’unico modo per non impazzire è guardarlo con occhi diversi.
Come fosse un gioco.

Perché no?
Share This