Come funziona la Memoria?

La Memoria è una componente della nostra personalità e non è mai oggettiva.
Il compito della Memoria non è di conservare gli eventi così come sono accaduti, ma di ricostruirli in modo coerente con le tue aspettative, le tue convinzioni, le tue percezioni.
La costruzione dei ricordi avviene tramite due strumenti, che sono:

le emozioni

Ricordiamo più facilmente ciò che ci emoziona tantissimo.
E’ per questo che riusciamo ad imparare facilmente ciò che ci piace, e ricordiamo a lungo ciò che ci ha ferito.
Dal punto di vista del cervello, come abbiamo visto, tutto ciò che attiva la nostra amigdala può essere qualcosa di dannoso oppure qualcosa in grado di farci sopravvivere ed è dunque degno di essere ricordato.

la ripetizione

Tutto ciò che ripetiamo deve essere importante, quindi meglio ricordarlo.
E’ questo il ragionamento che compie il cervello quando una stessa azione o uno stesso concetto vengono ripetuti a lungo.
I neuroni, le cellule che si occupano di trasportare le Informazioni nel nostro corpo, consumano energia ogni volta che vengono attivate.
Quindi, per una questione di risparmio energetico, il cervello tende ad automatizzare ciò che viene ripetuto, in modo da consumare meno energia la volta successiva che l’informazione dovrà essere ripetuta.

Perché a volte la memoria “non funziona”?

Perché ad esempio a volte dimentichiamo qualcosa di importante, come appuntamenti, anniversari o eventi che ci hanno segnato?
E perché a volte dimentichiamo ciò che abbiamo studiato con fatica, o che abbiamo preparato con cura, proprio nel momento in cui ci serve?
Semplice: perché tu ed il tuo cervello, Viaggiatore, avete criteri di importanza diversi.

Come dicevo all’inizio, il compito della Memoria non è di ricostruire gli eventi come sono capitati, ma come tu li hai vissuti.
Ciò che “è” importante, potrebbe non esserlo per te.
Se non ti fidi delle tue capacità, il cervello potrebbe “aiutarti” facendoti dimenticare ciò che hai studiato o preparato proprio nel momento in cui dovrebbe servirti (per poi farti ricordare tutto proprio quando non ti serve più!).
Le Emozioni e la Motivazione giocano dunque un ruolo importante nel funzionamento della memoria.