Le 3 fasi dell’apprendimento: Consapevolezza e Strategia

In questo ultimo appuntamento dell’Aperilearning abbiamo parlato delle 3 fasi dell’Apprendimento, argomento che racchiude tutto ciò di cui abbiamo parlato anche nelle lezioni precedenti.
Trovi un articolo completo su questo argomento cliccando qui questo articolo.

Le domande dell’Aperilearning

Durante l’incontro mi sono state poste tre domande molto molto interessanti, a cui ho cercato di rispondere nel modo più approfondito possibile.

1) “Che cos’è il Rapport? Come funziona?”

Con questo termine si indica l’uso di tecniche e strategie per costruire una relazione.
Come spiegato durante la lezione, il nostro cervello tende ad imparare ciò che viene ripetuto e preferisce imparare ciò che è simile alle informazioni che possediamo già.
Questo significa che quando incontriamo qualcuno, si fiderà di più di noi se “assomiglieremo” alle sue aspettative.
Il nostro modo di vestire, di parlare, le metafore che usiamo… più saranno simili a ciò che la persona si aspetta, più facile sarà per noi avere la sua fiducia.

Il Rapport è la tecnica con cui prendiamo il controllo di questo processo e lo usiamo a nostro vantaggio.
E’ ciò che viene abitualmente usato da venditori abili e politici, e può essere usato anche per costruire abitudini positive.
Ad esempio, io uso questa tecnica all’interno della strategia del Filo Rosso, di cui puoi trovare la lezione qui.

2) “Come FACCIO A CAPIRE QUAL è LA DECISIONE GIUSTA DA PRENDERE?”

Risposta semplice?
Non devi capire cosa è giusto. Devi deciderlo.

Il problema di noi esseri umani non è infatti scegliere tra un’opzione sbagliata o giusta, ma tra opzioni che a loro modo sono tutte giuste.
Per capire dunque come prendere una decisione occorre ragionare in un modo diverso.
Personalmente, io adotto questa strategia:

  1. Ho un “team” di persone che mi aiutano
    Con questo termine mi riferisco ad alcuni miei amici di cui so di potermi fidare e che soprattutto so hanno modi di vivere diversi dal mio.
    Nel momento in cui ho un dubbio so sempre a chi posso chiedere per guardare le cose da una prospettiva diversa e quindi valutare opzioni che a me potrebbero non venire in mente.
  2. Ho un “cerchio magico” per giocare il mio gioco
    Con questo termine, all’interno della Gamificazione ci si riferisce alle regole presenti in un gioco, che vanno rispettate e basta.
    Ad esempio, nel gioco del calcio non si può toccare la palla con le mani, mentre nel basket non si possono fare più di tre passi con la palla in mano.
    Le regole sono queste, vanno imparate e rispettate, perché altrimenti il gioco non sarebbe possibile.
    Nel tempo ho creato un mio personale set di regole che mi aiutano a stabilire cosa voglio e cosa non voglio, cosa funziona e cosa non funziona e ragionare in questi termini mi aiuta a valutare meglio le situazioni.
    E nel tempo, sto diventando sempre più bravo a giocare la mia vita!

    Riguardo questo concetto delle regole, ho scritto un articolo che trovi qui.

  3. Stabilisco un Endgame chiaro
    Ciò che è giusto non è mai assoluto, così come un errore non rappresenta mai la fine.
    Per questo motivo, al momento di prendere decisioni cerco di rendere chiaro cosa voglio ottenere da ciò che accadrà, così da poter capire meglio qual è la decisione più giusta da prendere.
    Riguardo questo argomento puoi leggere questo articolo.

Questi 3 momenti sono quelli che devo sempre “rispettare” quando so di dover prendere una decisione.
Ciò che è importante, per me, è ricordare sempre che la decisione è solo l’inizio di una scelta.
Qualunque cosa accada infatti, la vita ci riserva sempre problemi, sfide, dolori, ma anche gioie, pause, incontri, sorprese.
La scelta vera non dipende da quanto poco vogliamo affrontare.
Dipende dal trovare qualcosa per cui valga la pena farlo e farci trascinare verso il futuro che desideriamo.

Usare il Diario di Viaggio per costruire decisioni consapevoli

Queste strategie di cui ti ho parlato fanno tutte parte del Diario di Viaggio, il tool che ti aiuta a diventare coach di te stesso, Viaggiatore.
Una decisione è infatti solo una “parte” di un determinato Momento e grazie alla Gamificazione possiamo prenderne il controllo per agevolare questo processo e renderlo divertente.
Segui il corso gratuito e ottieni l’eBook completo per imparare ad usarlo!

BIBLIOGRAFIA

Durante la call ho parlato di alcuni libri che ti consiglio di leggere:

  • “The Memory Illusion” di Julia Shaw.
    Questo libro parla della creazione di ricordi e di come la Memoria tenda a “ricostruire” gli eventi con i dati che ha a disposizione.
    In sostanza, un manuale su come non sia il caso di fidarci così tanto della nostra memoria, e su quanto sia importante gestire la fase dell’Acquisizione in modo corretto!

    Link su Amazon: acquista il libro!

  • “Solitary: Unbroken by Four Decades in Solitary Confinement. My Story of Transformation and Hope” di Albert Woodfox.
    La storia vera di un uomo che ha passato 44 anni in isolamento, per un crimine mai commesso.
    E che ne è uscito fuori con una storia di libertà personale, gestione della mente e filosofia che fa venire i brividi.
    Da leggere assolutamente.

    Link su Amazon: acquista il libro!

  • Pnl e Libertà” di Owen Fitzpatrick.
    Durante la call, a proposito del Rapport, ho accennato alla PNL.
    Se dovessi scegliere un libro per introdurre l’argomento, sceglierei questo.
    I libri sulla PNL sono infatti per la maggior parte tutti uguali, e dicono le stesse cose, con lo stesso tono.
    Questo è quello che ho personalmente trovato più carino.
    Il mio consiglio, quando ci si approccia alla PNL, è di fare attenzione.
    Si tratta infatti di una strategia potente, ma non è una magia in grado di risolvere problemi e richiede molta cura.

    Link su amazon: acquista il libro!

Entra Nella newsletter!

Iscriviti per ricevere i link dei prossimi Aperilearning e ottenere le Slide delle lezioni!