Le Stanze

“Chiudi gli occhi, Viaggiatore.
Torna al Prato che hai già visualizzato.
Prenditi del tempo per immergerti nella Visualizzazione.
Poi immagina una Stanza in mezzo al prato.
Qualcosa di semplice.
Una struttura facile da visualizzare.
Quattro pareti, con una porta da poter superare.
Scegli un lato dove inserire questa porta, posiziona anche delle finestre, come fosse un videogioco.
…Quando hai fatto apri gli occhi.”

ESERCIZIO

Riapri gli occhi e descrivi ciò che hai immaginato, tutte le Submodalità che compongono la tua Visualizzazione.

Rispondi a queste domande:

  1. Quanto è grande la Stanza?
  2. Di che materiale sono fatti i muri, il pavimento, il soffitto?
  3. Dove si trova la porta?
  4. Quali sono i colori?
  5. Ci sono dei suoni o della musica?
  6. Che temperatura c’è al suo interno?

“Questa che hai appena descritto, Viaggiatore, prende il nome di Stanza Mentale.
È la Struttura base, l’inizio della tua Architettura Mentale.
Ciò che imparerai adesso diventerà le fondamenta di tutto ciò che verrà dopo.
Una Stanza Mentale è il luogo all’interno del quale inserire i tuoi PAV, così da poterli ricordare più a lungo e ritrovarli quando ne hai bisogno.
Un Palazzo della Memoria, almeno nella sua versione più semplice, non è altro che un insieme di più Stanze Mentali.
Ma una Stanza non basta.
Dobbiamo aggiungere un altro tassello: i Loci.”